Pagine menù
TwitterRssFacebook
DA ANNI VAI IN GIRO A DIRE CHE SEI UNICO... È MALEDETTAMENTE VERO!
QUESTO SIGNIFICA CHE POTRESTI ESSERE PROPRIO TU A SALVARE UNA VITA
CON CHI STA ASPETTANDO IL TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO
SOLTANTO 1 PERSONA SU 100.000 È COMPATIBILE
SHS
Categorie Menù

News dalla rete su Feb 13, 2017

Admo Padova e fioristi Ascom insieme per sensibilizzare alla donazione di midollo osseo

Admo Padova e fioristi Ascom insieme per sensibilizzare alla donazione di midollo osseo

Le due associazione hanno avviato una partnership che inizierà a San Valentino

In occasione di San Valentino, della  festa della donna e della mamma, i fioristi di Ascom Padova aiuteranno Admo, l’associazione donatori di midollo osseo di Padova, a fiorire. Le due associazioni hanno avviato una partnership che li vedrà in prima linea sulla sensibilizzazione della donazione del midollo osseo e quindi di una vita.

SAN VALENTINO. La collaborazione inizierà a partire da San Valentino; un gruppo di 7 fiorerie di Padova e provincia: fioreria Bernante di Camposampiero, fioreria Pontecorvo e Fioreria Valeria di Padova, floricoltura Rizzo Renzo Luigi di Piazzola sul Brenta, fioreria Bordigato Guglielmo di Brugine e Il Boschetto di Dafne e fioreria Adelia di Abano Terme. Nel giorno degli innamorati, i fioristi consegnerann ai propri clienti, al momento della vendita di un fiore o di una pianta, anche un volantino Admo e inviteranno gli stessi a chiamare l’associazione per fare una promessa di dono.

SENSIBILIZZARE CON I FIORI. Ai clienti che testimonieranno la consegna fiori e del volantino con una foto postata sulla pagina Facebook di Admo verrà regalato un braccialetto. Le fiorerie interessate saranno distinguibili dal manifesto Admo in vetrina.

DATI. Il messaggio, come semprem sarà rivolto ai ragazzi dai 18 ai 35 anni, potenziali donatori di midollo osseo. Lo scorso anno Admo ha raggiunto 700 nuovi donatori. Per il 2017,  l’obiettivo è quello di arrivare a 1000 nuovi iscritti. Sono stati 10 i padovani che hanno donato il proprio midollo nel 2016 e quest’ anno  è iniziato con una donazione a gennaio, ma è già pronto il secondo padovano per una nuova donazione.

fonte: padovaoggi.it

 

I commenti sono chiusi.