Ai Giochi del Mediterraneo c'è una donatrice: Federica Pellegrini

 in Eventi e dintorni, FARE
Fra i 4.000 atleti riuniti a Pescara, pronti a gareggiare a partire da domani, brilla la nuotatrice che ha già regalato ai suoi fan l’oro olimpico e il record mondiale. A chi, invece, sta lottando per la vita Federica è pronta a donare una parte di sé. Perché i testimonial ADMO sono tutti donatori, potenziali o effettivi.

Ci sono molti sportivi, grandi campioni, splendidi nomi negli albi d’oro delle Olimpiadi, come Federica Pellegrini, per l’appunto. Sono atleti ancora in attività: alcuni di loro hanno già effettuato una donazione di midollo osseo e poi sono tornati alla loro normale attività. Ma tutti gli altri sono pronti a rispondere positivamente nel momento in cui dovessero ricevere la richiesta di presentarsi in ospedale per donare il loro midollo osseo, poiché – in qualche parte del mondo – c’è qualcuno che sta aspettando di ricevere proprio le sue cellule staminali emopoietiche.
La peculiarità distintiva dei testimonial ADMO consiste nel fatto che ognuno di loro, prima di diventare personaggio-immagine di ADMO, viene tipizzato, per entrare così nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo. Il testimonial ADMO è dunque un donatore (effettivo o potenziale) che molto può fare, in termini di comunicazione di sé e dunque del progetto ADMO per incentivare la donazione di midollo osseo. Donazione che a tutt’oggi, anche fra persone con un grado di scolarità elevata e un’apertura mentale notevole, vede confondere il midollo osseo con il midollo spinale e pensare, di conseguenza, a un atto in qualche modo invalidante per il donatore.
“Proprio grazie a Federica Pellegrini abbiamo avuto la dimostrazione di come gli sportivi possano veicolare al meglio il messaggio della nostra Associazione: donatori ADMO, donatori di vita” afferma Paola De Angelis, presidente nazionale dell’Associazione Donatori Midollo Osseo. E continua: “Dopo le Olimpiadi di Pechino, abbiamo promosso una campagna di sensibilizzazione su due quotidiani nazionali, in cui sottolineavamo il successo di Federica alle Olimpiadi e la ringraziavamo per essere donatrice di midollo osseo. Il risultato? Nella nostra sede di Milano sono pervenute moltissime telefonate ed e-mail di giovani che chiedevano che cosa fare per diventare donatori di midollo osseo come Federica Pellegrini!”.
Ma chi sono gli altri sportivi testimonial di ADMO? Protagonisti del calcio come Paolo Maldini, Fabio Cannavaro, Roberto Mancini, Vincenzo Montella, Lorenzo Minotti; dominatori delle nevi e del ghiaccio quali Giorgio Rocca, Pietro Piller Cottrer, Isolde Kostner, Peter Fill, Davide Simoncelli, Giorgio Di Centa, Karen Putzer, Matteo Anesi, Verena Stuffer, Daniela Merighetti, Ermanno Ioriatti e, fra le ultime adesioni, anche la sciatrice di fondo Magda Genuin; e poi fuoriclasse quali Kristian Ghedina, Marco Meoni, i due fratelli del rugby Mauro e Mirco Bergamasco e, addirittura, l’intera squadra di rugby ADMO Leonessa Brescia. Inoltre, fra gli ultimi sportivi tipizzati, il motociclista Niccolò Canepa, il più giovane debuttante nella storia del campionato italiano velocità, e il ciclista Domenico Pozzovivo.
Dopo i Giochi del Mediterraneo, Federica Pellegrini raggiungerà altri tre ‘colleghi acquatici’, che come lei saranno impegnati – dal 17 luglio al 2 agosto – nelle gare dei Mondiali di Roma 2009. Chi sono? Tania Cagnotto, Francesco Dell’Uomo e Christopher Sacchin, eccellenze della nazionale italiana tuffi e (tutti e tre) donatori di midollo osseo.

Recent Posts
Contattaci

Per qualsiasi cosa puoi inviarci una mail compilando il modulo qui sotto. Risponderemo il prima possibile!

Digitare il termine di ricerca e premere Invio