Fiore e la Letrari, campagne per la salute.

 in News dalla rete

Domenica sarà la giornata nazionale della Donazione (Adisco, Admo, Aido e Avis) indetta, come ogni anno, dal Ministero della Salute. Al Cente Twenty di Bolzano sarà Laura Letrari, a fare la testimonial delle quattro A. Intanto aumentano i casi di melanoma tra i giovani, tanto che oggi in Italia il 20% delle nuove diagnosi di questo tumore della pelle, e pari a 2.260 casi nel 2015, riguarda pazienti tra 15 e 39 anni. Una tendenza confermata anche dai ricoveri: l’incremento dei tassi di ospedalizzazione dovuti a questa neoplasia fra i 31-40enni è stato del 17% tra il 2001 e il 2008. I casi di questo tumore, particolarmente aggressivo, sono quasi raddoppiati in dieci anni. Portavoce dei messaggi chiave per «non bruciarsi la pelle con il melanoma» è il biolimpionico Domenico Fioravanti, testimonial di Oncoline. «Gli atleti possono aiutare a trasmettere i consigli della prevenzione al maggior numero possibile di persone, in particolare ai giovani. Cosa che non si faceva in passato. Passavamo ore ad allenarci in piscina sotto il sole e nessuno ci ha mai detto di usare una protezione».

Fioravanti

Aggiornamento – Anche a Gallarate, nel meeting che vedrà in acqua sabato e domenica Arianna Castiglioni, Silvia Scalia e Davide Cova insieme a tanti giovani lombardi, per il trofeo Superaster-3° memoriale Manuela Codecasa (cui seguiranno il trofeo Sveva Barani e il trofeo Gallarate con i big), per la terza volta gli organizzatori saranno al fianco della Lilt: verranno raccolti fondi a favore della ricerca e della lotta proprio al melanoma, malattia insidiosa che due anni fa s’è portata via l’ex nuotatrice Manuela. Parte delle tasse gara andranno alla Llit, così come il ricavato della vendita degli speciali braccialetti messi a disposizione da Boneswimmer. In piscina ci sarà un vero e proprio “Skin Cancer Day”: un team di dermatologi visiterà gratuitamente gli atleti sottoponendoli ad uno screening della pelle. Nelle due passate edizioni, grazie a questo ci dicono gli organizzatori del Nuoto Club Gallarate, sono stati diagnosticati per tempo tumori della pelle che, altrimenti, avrebbero potuto causare danni importanti a chi ne era stato colpito.

Letrari

fonte: gazzetta.it

Recent Posts
Contattaci

Per qualsiasi cosa puoi inviarci una mail compilando il modulo qui sotto. Risponderemo il prima possibile!

Digitare il termine di ricerca e premere Invio