Nuova campagna di sensibilizzazione per ADMO che cerca eroi sconosciuti

 in Campagne istituzionali, FARE



14 febbraio 2012 – Storie di tutti i giorni: bambini, giovani, uomini, donne che lottano per averla vinta su leucemie e altre gravi patologie del sangue. Storie di straordinaria ordinarietà: giovani uomini e giovani donne che decidono di diventare donatori di midollo osseo per permettere a quei malati di riagguantare la propria vita.

Partendo da questi concetti è stato messo a punto il nuovo spot dell’Associazione Donatori Midollo Osseo. Hanno lavorato alla sua realizzazione un’agenzia di pubblicità (Wrong, Enrico Chiarugi e Daniele Freuli), uno studio specializzato in corporate & brand design (Otto Design, Manuela Colombo e Tommaso Gornati) e un fotografo al suo esordio nella regia, Talos Buccellati. Il team creativo ha lavorato su una strategia mirata a comunicare, in sintesi, che la donazione di midollo osseo è destinata a salvare realmente una vita, che donare midollo osseo è semplice e per nulla traumatico, che la compatibilità – tra non consanguinei – si verifica in un caso ogni 100.000, che ad avere bisogno di un trapianto sono soprattutto persone affette da leucemie, linfomi, mieloma e altre gravi patologie del sangue. Fra queste persone, ci sono anche molti bambini.

Per tutte queste ragioni, la donazione diventa un gesto ancora più prezioso, per chi deve riceverla. E lo spot, in questi concetti, ha trovato la sua idea creativa. Ambientato nel Teatro dell’Archivolto di Genova, il filmato mostra un attore (Fabrizio Matteini, che attore teatrale lo è realmente) che al termine dello spettacolo esce sul palco per ricevere gli applausi del pubblico. Sorridente, felice, l’attore s’inchina alla platea. Ma gli applausi, che prima sono fragorosi, si fanno sempre più flebili fino a diventare l’applauso di una sola persona. E’ a questo punto che la platea viene inquadrata, per mostrare in mezzo a file di poltrone vuote solo una bambina (Caterina Biagioli), che applaude sorridente. Come recita la voce narrante (Sergio Leone), per quella bambina il donatore che le ha donato il proprio midollo osseo – benché sconosciuto – è una vera star, un mito al quale essere grata per tutta la vita. Il suo eroe.

Diventa donatore di midollo osseo. Diventa un eroe sconosciuto” è l’invito che, assieme al logo ADMO, chiude lo spot.

Regia: Talos Buccellati
Team creativo: Manuela Colombo & Tommaso Gornati (OTTODESIGN), Enrico Chiarugi & Daniele Freuli (WRONG Advertising)
Cast: Fabrizio Matteini, Caterina Biagioli
Riprese video: Michele Giuseppone
Montaggio e post-produzione: Barbara Cifali & Gino Pinetti (STRIPE)
Audio e presa diretta: Luca Fiorato
Mix e finalizzazione audio: Josè Bagnarelli (ECCETERA)
Musica: Luca Imperato (ECCETERA)
Voce narrante: Sergio Leone
Aiuto regia: Thaiz Bozano
Make up: Loredana Caldarola
Backstage: Luca Marinari
Location: Teatro dell’Archivolto, Sala Modena, Genova
Service: Luca Massa (RIVIERAFILM)

Tecnici Teatro Archivolto: Mino Del Canto, Roberto Bellinazzi

Si ringraziano: Paola De Angelis, Presidente ADMO; Giorgio Zara Presidente ADMO Liguria; Francesco Biagioli, ADMO Liguria; Loredana Ranni, responsabile nazionale della comunicazione ADMO; Silvia Rudino ed Emanuela Musso, Almanacco di Genova; Clotilde Tosa, Teatro dell’Archivolto.

Ecco le foto del backstage dello spot.

 

Recent Posts
Contattaci

Per qualsiasi cosa puoi inviarci una mail compilando il modulo qui sotto. Risponderemo il prima possibile!

Digitare il termine di ricerca e premere Invio